SEI IN > VIVERE AOSTA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

VIDEO | Record su record la Valle d’Aosta sorride alla stagione invernale

4' di lettura
50

AOSTA - Record su record, la Valle d’Aosta si prepara con ottimismo alla stagione invernale. Gli ultimi numeri del turismo nella piccola regione alpina fanno sperare in una crescita ulteriore del comparto turistico e ricettivo, che contribuisce per buona parte al Pil della Valle.

Dopo un’estate con numeri da record assoluto, l’inverno è già iniziato a Breuil-Cervinia, con l’apertura della stagione più lunga di sempre, che si interromperà solo a settembre 2024. Ma anche il Monterosa Ski, Pila, La Thuile e Courmayeur, oltre alle località minori, scaldano i motori per l’avvio della stagione, tra fine novembre e inizio dicembre, grazie all'abbassamento delle temperature e all'innevamento programmato.La Valle d’Aosta ha presentato la sua offerta allo Skipass, la grande fiera dello sci e del turismo invernale che si è tenuta nell’ultimo fine settimana a Modena. "Oggi presentiamo la nuova stagione invernale- dice l’assessore al Turismo della Regione Valle d’Aosta, Giulio Grosjacques- dando anche dei dati sulle due passate stagioni, invernale ed estiva, che ci restituiscono una regione diventata meta sempre più appetibile per il turismo non solo nazionale ma anche straniero”. https://vimeo.com/880137506?share=copy Il Covid-19 è alle spalle, i dati delle società degli impianti di risalita dello scorso anno sono da record, con numeri mai raggiunti prima. Ancora Grosjacques: “Nella scorsa stagione abbiamo recuperato praticamente tutta la clientela straniera che ovviamente si era persa nel corso delle stagioni pandemiche. Siamo sostanzialmente ad un 50% di italiani e un 50% di stranieri, stranieri che calano un pochino nella stagione estiva attestandosi su circa un 30% della clientela totale". Per Grosjacques, sarà "una stagione di grandi numeri che si è aperta nel comprensorio del Breuil-Cervinia il 14 ottobre e che proseguirà ininterrottamente fino al prossimo autunno e che avrà degli eventi importantissimi, il primo dei quali l’11 e il 12 novembre e il 18 e il 19 novembre con le quattro discese libere, due maschili e due femminili, che apriranno il calendario della Coppa del mondo e che sono un unicum perché sono l’unica gara del circuito che si svolge su due nazioni”. Gli ambasciatori dell’inverno, in Valle, sono con la loro giacca rossa i maestri di sci. Il loro ruolo si è trasformato: da insegnanti di uno sport che amano, sono diventati sempre più, nel tempo, delle guide alla scoperta della montagna e dei suoi spazi. Anche i maestri di sci di preparano al nuovo anno. “È una stagione invernale che parte con il piede giusto. Le temperature finalmente si sono abbassate, sta arrivando la neve”, dice Beppe Cuc, presidente dell'Associazione valdostana dei maestri di sci. Ed aggiunge: “Stiamo preparando lo Speed opening di Cervinia nel miglior modo possibile finalmente. Anche le gare di Coppa del mondo di snowboard, sempre a Cervinia, saranno un momento di apertura e di lancio della stagione. Noi come maestri e come scuole collaboriamo affinché tutte queste manifestazioni si svolgano nel miglior modo possibile, e ovviamente aspettiamo i nostri soliti, e speriamo anche nuovi turisti, che vengano a trovarci; anche perché penso e credo che la Valle d’Aosta sia in grado di offrire in questo momento grandi opportunità sia dal punto di vista sciistico ma non solo, anche in generale come regione veramente attrattiva”. La Valle d’Aosta può contare anche su alcuni atleti di altissimo livello, testimonial della regione e della sua offerta di sport per tutti. Accanto a Federica Brignone, regina dello sci alpino, ci sono tanti giovani che scalpitano e due fondisti di livello assoluto. “Ormai ci siamo. Quando siamo a fine ottobre, l’appuntamento fisso è a Modena Skipass dove si presenta la stagione invernale di atleti di alto livello e delle località turistiche”, sostiene Federico Pellegrino, campione del mondo di sci di fondo nella Sprint. "Come non essere presenti qui oggi (a Modena, Ndr) alla presentazione della stagione invernale della Valle d’Aosta? È stata una bella chiacchierata, tante le novità della Valle d’Aosta con tanti progetti. Noi in Valle ci saremo quando potremo altrimenti, saremo in giro per il mondo a difendere i colori rossoneri della Valle d’Aosta e ce la metteremo tutta come sempre”. Anche l’altro azzurro della Nazionale, il gressonaro Francesco De Fabiani, è pronto per la nuova stagione: “Noi in Valle d’Aosta siamo nati e cresciuti, ci alleniamo tuttora non tantissimi giorni l’anno perché ultimamente facciamo tanti giorni in raduno anche all’estero, ma tornare a casa è sempre importante per ritrovare pace, armonia, e vicinanza con il territorio. E magari stare tanto fuori Valle ti fa capire ancora di più di non dare per scontato e sottovalutare gli ambienti e i paesaggi che abbiamo in Valle d’Aosta, e quindi diciamo che te li fa valorizzare ancora di più, e fa capire meglio ancora i valori che abbiamo da godere, e da esporre al resto del mondo”.


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 01-11-2023 alle 22:22 sul giornale del 02 novembre 2023 - 50 letture






qrcode