SEI IN > VIVERE AOSTA > CRONACA
articolo

Sequestrati prodotti non conformi alle regole del Codice del Consumo

1' di lettura
22

Nell’ambito dei servizi demandati al Corpo in materia di tutela del consumatore, negli scorsi giorni i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Aosta hanno effettuato un controllo presso il punto vendita valdostano di una nota catena di commercio al dettaglio di articoli non food, ampiamente diffusa in Italia ed in altri Paesi europei, riscontrando numerose violazioni in materia di conformità e sicurezza dei prodotti.

Al termine delle operazioni, i militari hanno proceduto al sequestro amministrativo di circa 120 mila beni di varia natura (articoli per la casa, per la cura ed il benessere della persona, cancelleria, articoli natalizi, ceramiche, lanterne ornamentali, candele, articoli d’arredo, suppellettili in ceramica, giocattoli e accessori per la cucina), per il valore complessivo di oltre 250 mila euro, posti in vendita al pubblico privi dei requisiti di legge previsti dal decreto legislativo n. 206 del 2005 (Codice del Consumo).

I prodotti sequestrati, infatti, non presentavano né sull’etichetta, né sulla confezione, né tantomeno su altra documentazione illustrativa, alcun riferimento, in lingua italiana, ai materiali impiegati ed al metodo di lavorazione, alle istruzioni, alle precauzioni e alla destinazione d’uso degli stessi, non consentendone in tal modo una fruizione sicura da parte dei consumatori.

Per le violazioni cui sopra, la società è stata segnalata alla Camera di Commercio della Provincia ove è situata la sede legale, per l’irrogazione delle sanzioni amministrative.

L’azione svolta, a tutela del consumatore finale, ha lo scopo di salvaguardare il mercato dalla diffusione di prodotti non conformi agli standard di sicurezza previsti dalle leggi nazionali ed europee.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Aosta .
Cerca il canale @vivereaosta o Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 20-10-2023 alle 10:15 sul giornale del 21 ottobre 2023 - 22 letture






qrcode