Donna trovata morta, i risultati dell'autopsia: nessun segno di violenza

1' di lettura 05/06/2022 - I risultati dell'autopsia sul corpo della 32enne trovata morta in una fossa lungo la riva della Dora Baltea

Dall'autopsia non sono emersi segni evidenti di violenza o traumi sul corpo di Jessica Lesto, la donna aostana di 32 anni trovata morta in una fossa lungo la riva della Dora Baltea la sera del 31 maggio scorso, nei pressi di un accampamento di senzatetto.

I risultati dell'accertamento disposto dalla procura potrebbero comunque risentire dello stato di decomposizione in cui è stato recuperato il cadavere, che era sepolto da due o tre settimane. Il medico legale ha effettuato sul corpo alcuni prelievi per poter svolgere esami tossicologici e istologici. In attesa delle analisi del Centro antidoping di Orbassano (Torino) e visto il passato della donna, gli inquirenti ritengono al momento verosimile il decesso per overdose.

Intanto proseguono le indagini della squadra mobile della questura di Aosta per provare a ricostruire le ultime ore di vita di Jessica Lesto. Gli investigatori sono alla ricerca del marito della 32enne, Dia Matabara, 37enne originario del Senegal, che risulta irreperibile almeno dalla metà del maggio scorso e che potrebbe essere all'estero.






Questo è un articolo pubblicato il 05-06-2022 alle 13:04 sul giornale del 06 giugno 2022 - 114 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c0I7





logoEV