Casa. In Valle d'Aosta crollo del 7,2% delle transizioni nel 2020

1' di lettura 28/06/2021 - (DIRE) Aosta, 28 giu. - "La voglia di casa è diversa, perché durante la pandemia è diventato anche un luogo di lavoro". Lo dice Fabrizio Segalerba, segretario nazionale della Fiaip, la Federazione italiana degli agenti immobiliari professionali, aprendo l'incontro con la stampa dell'Osservatorio immobiliare valdostano, questa mattina nella sede della Confindustria di Aosta.

"Abbiamo assistito a una politica espansiva nel credito" con mutui a tassi agevolati e facilitazioni nell'accesso e si è assistito, secondo Segalerba, a due fenomeni: "Globalizzazione e digitalizzazione".
Il 2020, a causa della pandemia da Covid-19, il numero di transazioni immobiliari in Valle d'Aosta si è chiuso con una contrazione del 7,2% rispetto all'anno precedente. Segalerba sostiene che "comunque c'è un interesse nel settore immobiliare" e il segno meno è "destinato a essere transitorio". Lo conferma una ripresa, nel 2021, stimata tra il 6-7% "con una tenuta generalizzata dei prezzi sul mercato" aggiunge il presidente nazionale della Fiaip, Gian Battista Baccarini. In Valle, il 75% degli operatori immobiliari sono iscritti alla Fiaip.
(Mal/ Dire)






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 28-06-2021 alle 12:40 sul giornale del 29 giugno 2021 - 125 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b89h





logoEV