Consorterie: confronto sulla nuova legge, per avviare a breve l’iter di approvazione in Consiglio regionale

2' di lettura 21/01/2021 - L’Assessorato dell’Agricoltura e Risorse naturali comunica che martedì 19 gennaio 2021, nelle sede dell’Assessorato a Saint-Christophe, si è tenuto un incontro per fare il punto sull’avanzamento del lavoro per la nuova legge regionale sulle consorterie valdostane.

Un progetto che, se da un lato rappresenta un passaggio obbligato per recepire i principi introdotti dalla legge nazionale 168/2017, dall’altro è una grande opportunità per rivalutare il ruolo delle consorterie in Valle d’Aosta.

All’incontro, convocato dall’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali, Davide Sapinet, e dall’Assessore alle Finanze, Innovazione, Opere pubbliche e Territorio, Carlo Marzi, hanno partecipato i rappresentanti dell’Associazione Autonomies Biens Communs Vallée d’Aoste e dell’Associazione Réseau des consorteries et des biens communs de la Vallée d'Aoste, tra i quali il prof. Roberto Louvin, che ha supportato il gruppo di lavoro che ha predisposto il progetto di legge regionale.

Nel corso della riunione è stato quindi preso in esame il percorso partecipato che ha portato alla stesura della bozza definitiva della proposta di legge, avviato su impulso dell’associazione Autonomies Biens Communs Vallée d’Aoste e che ha coinvolto la Regione, il Celva, gli ordini professionali e il Comitato spontaneo nato quale portavoce delle criticità e dei fabbisogni espressi dalle consorterie del territorio. Tali istanze sono tra l’altro state presentate ai cittadini in occasione di dieci serate organizzate in tutta la regione.

Proprio sulla scia del lavoro fatto, i componenti del Comitato spontaneo hanno dato vita, lo scorso dicembre, all’Associazione Réseau des consorteries et des biens communs de la Vallée d'Aoste, il cui impegno proseguirà nei prossimi mesi per accompagnare l’avvio dell’iter legislativo e, conseguentemente, per definire gli aspetti operativi finalizzati al riconoscimento e alla tutela delle consorterie valdostane.

Come sottolineato nel corso dell’incontro dagli Assessori Sapinet e Marzi, l’intenzione è ora di avviare l’iter per l’approvazione della legge in Consiglio regionale.

A questo proposito, Sapinet e Marzi hanno assicurato il loro impegno affinché le proprietà collettive e i diritti di uso civico siano riconosciuti e valorizzati come strumenti fondamentali per la tutela del territorio e dell'ambiente e affinché la Valle d’Aosta si doti al più presto di una norma in grado di ridare dignità e vitalità alle consorterie e a tutte le forme di domini collettivi. Nell’attuale periodo di crisi economica e sociale dovuto all’epidemia sanitaria, la riscoperta della dimensione dei beni comuni, che ha caratterizzato la storia della comunità valdostana, può rappresentare inoltre una prospettiva per la ripartenza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2021 alle 10:53 sul giornale del 22 gennaio 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di attualità, valle d'aosta, comunicato stampa, Regione Autonoma Valle d'Aosta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKtn