Clan Casamonica, iniziato sgombero e abbattimento di 8 costruzioni alla Romanina

2' di lettura 22/10/2020 - Sono iniziate le operazioni di sgombero e abbattimento di 8 costruzioni, tra capannoni e villette abusive con piscina, in via Fratelli Marchetti Longhi, in zona Romanina a Roma, riconducibili al clan Casamonica. Sul posto circa 100 uomini tra Polizia, Polizia locale e Carabinieri.

L'operazione di ieri, 21 ottobre, è avvenuta a circa 2 anni dalla precedente demolizione di 8 ville abusive Casamonica al Quadraro. E, speriamo, come sincero messaggio di legalità dei governanti – nazionali e locali - alla cittadinanza, a pochissimi anni sia dal funerale, in stile film USA sulla mafia, di un vecchio esponente dei Casamonica alla chiesa di Piazza Don Bosco a Cinecittà che dalla bravata (ai danni di una giovane handicappata) compiuta da altri due di loro in un bar al Casilino.

L'attività nasce da un lavoro portato avanti in seno all'Osservatorio territoriale della sicurezza presso il VII Municipio, diretto e coordinato dalla Prefettura di Roma.
"Continua la nostra battaglia - scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi in un tweet - per riportare la legalità. Dopo le villette del Quadraro, stiamo abbattendo altri immobili abusivi del clan Casamonica a Roma. Grazie a Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Locale. Istituzioni unite vincono #ATestaAlta". Identificate - riferisce il Campidoglio - le persone presenti all'interno degli immobili che, secondo una prima ricostruzione, erano stati dati in affitto abusivamente a terzi. Alle persone in condizione di vulnerabilità verrà proposta la presa in carico nel circuito di accoglienza capitolino.


di Fabrizio Federici
redazione@vivereroma.org





Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2020 alle 08:46 sul giornale del 23 ottobre 2020 - 341 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzjv